L’ambito sanitario e sociale, spesso carico di emotività, complessità, pesantezza, sia morale che fisica, tende a volte a scaricare sugli operatori tali difficoltà dimenticandosi che anch’essi vivono le loro fragilità, difficoltà personali, assorbono tensioni. Si crede troppo spesso, sbagliando, che un professionista sanitario, un operatore sociale, debba saper scindere da solo le due cose, gestirle entrambe, pensandolo quindi come una specie di superman, o peggio, di un robot, meccanico.

La Mission di Luce sul Mare

Luce sul Mare è una Cooperativa Sociale fondata nel 1980 che intende:

  • Contribuire alla crescita qualitativa e quantitativa dell’offerta di servizi di riabilitazione rivolti alle persone diversamente abili, disponibili a livello locale e nazionale, perseguendo l’interesse generale della comunità.
  • Offrire ai soci e dipendenti un lavoro stabile, che favorisca la crescita professionale, la partecipazione sociale e la qualità nelle relazioni.
  • Proporsi come azienda di eccellenza attraverso l’ampia gamma di servizi offerti, l’aggiornamento continuo, l’innovazione imprenditoriale, il miglioramento organizzativo.
  • Confermare e aggiornare i valori che hanno segnato lo sviluppo di Luce sul Mare: l’approccio al contempo professionale e umano nei confronti dell’utenza, il radicamento territoriale, la capacità di rispondere alla dinamica dei bisogni manifestati dalla comunità nell’ambito dei servizi di riabilitazione.

Apertura del nuovo Poliambulatorio Malatesta

Il percorso che ha portato all’apertura del nuovo Poliambulatorio Malatesta è stato sicuramente lungo ed estremamente tortuoso, ma anche entusiasmante. C’era stata la necessità di assumersi, come Direzione Aziendale, un’importante responsabilità, ovvero investire in una nuova struttura, più moderna, più accessibile.

C’è stata inoltre la volontà di investire sul cliente privato, offrendogli un più ampio elenco di servizi che potesse soddisfarne i bisogni.

Si è deciso di ripartire, rilanciare, scommetterci, e si è iniziato a cercare una nuova struttura che avesse le migliori condizioni logistiche possibili per aprirvi un poliambulatorio medico. La struttura che è stata individuata è ampia e a ridosso del centro di Rimini, facilmente raggiungibile, dotata di ampi parcheggi e al piano terra, quindi senza barriere.

La neonata struttura, inaugurata nel marzo 2017, ha permesso l’introduzione di nuove discipline mediche, oltre a servizi quali il punto prelievi, le visite sportive e per il rinnovo della patente.

Oggi l’offerta riabilitativa del Poliambulatorio è stata arricchita di servizi sanitari con l’introduzione di nuove figure mediche specializzate.

VALORE DELLA PRODUZIONE DELL’ATTIVITÀ CARATTERISTICA

13.070.342 €

di cui

7.851.008 €

Degenze in ambito sanitario e ospedaliero

4.180.426 €

Degenze in ambito socio riabilitativo
(Reparto Sirotti – CSRR, CSRD e CTO e Reparto Ridente – DGR 2068/04)

807.889 €

Prestazioni ambulatoriali (Centri di Igea Marina e Rimini)

209.618 €

Prestazioni domiciliari

21.401 €

Prestazioni alberghiere

IL DIALOGO CON GLI STAKEHOLDERS

Luce sul Mare è a pieno titolo parte del sistema sanitario e di welfare locale, con le sue eccellenze e il suo ruolo storico di riferimento per la popolazione riminese. La sfida di offrire un servizio sanitario di eccellenza per i nostri cittadini vede nella tradizionale sinergia con il privato uno dei suoi punti di forza.

Andrea Gnassi
Sindaco di Rimini

Come ho avuto modo di ricordare negli anni, la professionalità di Luce sul Mare e il valore che ha la presenza della cooperativa a Santarcangelo sono ampiamente riconosciuti dalla comunità locale, oltre che dall’amministrazione comunale. Di conseguenza, la mia opinione di cittadina prima ancora che di sindaco non può che essere positiva rispetto a una realtà che ormai da anni opera sul territorio offrendo assistenza e supporto ai pazienti attraverso il reparto di riabilitazione intensiva presso l’ospedale “Achille Franchini”.

Alice Parma
Sindaco di Santarcangelo di Romagna

La Cooperativa Luce sul Mare è un punto di riferimento per la nostra comunità e per l’intero territorio a cui i suoi servizi si rivolgono. Le attività di tipo diagnostico, terapeutico, riabilitativo, educativo, dalla fase acuta fino all’eventuale reinserimento sociale e lavorativo, ne fanno una risorsa preziosa sotto il profilo sanitario, che diviene eccellenza in quei casi clinici limite, in cui l’intervento della struttura diventa fondamentale per consegnare, o restituire, al paziente una qualità della vita che altrove non avrebbe ottenuto.

Enzo Ceccarelli
Sindaco di Bellaria Igea Marina

I NOSTRI OSPITI

Durante il 2017 sono stati complessivamente

873 gli utenti ospitati

presso le strutture di Luce sul Mare.

Tra essi

811 a carico del
Servizio Sanitario Nazionale

62 privati / R.S.M.

Rispetto agli 873 ospiti

504 uomini

369 donne

Meno di 30 anni

Tra i 31 e 40 anni

Tra i 41 e 50 anni

Tra i 51 e 60 anni

Oltre i 60 anni

LE ATTIVITÀ SOCIALI

I NOSTRI OPERATORI

LA BASE SOCIALE

Nel 2017 Luce sul Mare ha potuto contare su

116 soci cooperatori

di essi

28 uomini88 donne

Il numero dei soci è incrementato di 6 unità rispetto al 2016

Forte legame di Luce sul Mare con il territorio

96 soci della provincia di Rimini

83% del totale

Qui mi sento veramente utile, non come prima, una persona come tante e quando vado a casa so di aver dato tutto quello che era possibile, non soltanto a livello fisico ma a livello proprio di risposta per dei bisogni.

Socia

I DIPENDENTI DI LUCE SUL MARE

133 dipendenti non soci

38 lavoratori stagionali

94 donne

39 uomini

101 (76%) da Rimini e provincia

SPORTELLO D’ASCOLTO

Nel 2017

32 soci e/o dipendenti

si sono rivolti allo sportello di ascolto.
Le principali aree trattate sono state in relazione a:

 

  • gestione dei cambiamenti organizzativi
  • conflitti tra pari e con i superiori
  • gestione delle relazioni
  • integrazione nei gruppi di lavoro.

IL SENSO DI APPARTENENZA

COSA SIGNIFICA PER TE LUCE SUL MARE?

“Luce sul Mare è il sorriso che vedo negli occhi di tanti ragazzi che
illuminano anche i momenti più bui e difficili, è l’abbraccio affettuoso che dura un istante ma che mi porto nel cuore per sempre”

Enrica Bianchi

Era una sera d’estate e faceva molto caldo, facevo il turno di notte ma era ancora presto. Ricevo una telefonata da un’infermiera che mi riferisce che un paziente non riesce a prendere sonno e mi chiede se poteva dargli qualcosa.

Decido di andarlo a trovare. Salgo su fino alla sua camera e ricevo un cordiale saluto da un ragazzo con gravi problemi motori ma con una gran voglia di parlare.

Ci scambiamo i primi convenevoli, poi inizia a raccontarmi la sua vita, gli errori, i sogni, le speranze, gli amori, gli amici e le immancabili delusioni.

Poi la malattia, la rabbia, la presa di coscienza, la rassegnazione.

La famiglia, che ha cercato sempre di stargli vicino.

La consolazione di aver vissuto appieno la sua vita, finché ha potuto.

Quando gli chiedo che compressa volesse per aiutarlo a dormire mi risponde

“Ma lo sa dottore che penso di non averne più bisogno? Credo che adesso dormirò”.

Tornai nella mia stanza.

G. A. Pegli

CONCLUSIONI

A volte le grandi sfide, i momenti difficili, le criticità, nella vita come nel lavoro si affrontano al meglio e si possono superare se vi è consapevolezza, rispetto, determinazione, forza del gruppo ma anche sognando in grande, volgendo lo sguardo verso l’alto e non guardandosi sempre i piedi a terra. Bene credo proprio che oggi l’orizzonte di Luce, che ha alzato lo sguardo e vede più lontano, pur avendo bisogno di sentire i piedi ben saldi a terra per non cadere, che acquista sempre più consapevolezza nei propri mezzi, lavorando sulle potenzialità, sia paragonabile ad un grande occhio che sollevandosi dal particolare, da problema personale, alzandosi in volo, inizia a vedere il generale, vede l’insieme, vede la forza di un grande gruppo di persone cresciute, che fanno comunità, che affrontano il futuro con maggior serenità!

Massimo Marchini
Presidente

Compila il modulo per ricevere
una copia in PDF del Bilancio Sociale